Lo yoga della casa

Il Vastu è un antichissima scienza vedica ed è comunemente chiamato lo yoga della casa, Vastu, infatti, in sanscrito significa casa.

E’ piu’ antico del Feng Shui e ne condivide il principio fondamentale secondo cui tutti gli oggetti possiedono un’energia chiamata “prana” o  “chi”.

In base a questo principio gli ambienti in cui viviamo e lavoriamo riflettono e influenzano il nostro benessere e la nostra vita.

Così come provvediamo al benessere del nostro corpo fisico occorre provvedere al benessere e all’armonia della casa e il Vastu fornisce  una serie di utili suggerimenti oltre a precisi schemi  “costruttivi”.

L’energia deve “circolare”, accumulare oggetti inutili non è sicuramente bene.

Dovremmo quindi dedicarci periodicamente alla “pulizia” di armadi e credenze, eliminare tutto cio’ che non indossiamo, utilizziamo, e donarlo a chi ne ha piu’ bisogno. 

L’acqua è un elemento fondamentale: non deve mai scorrere inutilmente e occorre prestare molta attenzione a perdite e sprechi.

Bruciare dell’incenso aiuta a purificare l’ambiente da energie negative, accendere candele è benefico per la concentrazione ed il calore ed è bene farlo vicino ad una ciotola di acqua fresca, fiori e pietre dure.

Io ho dedicato un angolo della mia casa al Vastu: statue di divinità, incensi, candele, fiori freschi, sassi dipinti o dalle forme particolari, un triangolo, tutto ciò che mi ispira.

Ogni tanto scrivo delle intenzioni su un biglietto e le lascio sul mio piccolo “altare”.

Guardarlo mi rilassa, l’ho posizionato in un punto della casa dove lo posso guardare quanto medito.

La casa è come il nostro corpo, non dimentichiamolo.