La grande mente dei Gemelli

Gemelli

Yogananda scrive: “La mente deve essere mantenuta in uno stato di ragionevolezza, perche senza la ragione non può giungere l’autentica devozione. Al tempo stesso non deve esserci troppo ragionamento, perchè non si può comprendere ogni cosa finchè non si è raggiunto lo stato supremo. Dobbiamo avere la coscienza di Dio nella nostra vita.  Questo corpo, questa città di cellule che portiamo in giro chi lo ha creato? Ecco perchè la ragione conduce alla vera devozione”

I Gemelli nascono al termine della primavera (dal 21 maggio al 20 giugno) e come questo periodo dell’anno sono variabili, volubili e mutevoli.

Governati da Mercurio e primo segno d’aria, hanno una bellissima mente veloce, ideale e sociale.

Ma l’intelligenza fervida e geniale dei Gemelli può anche diventare il loro limite: ne vengono dominati, perdendo il contatto con le emozioni, le sensazioni, la profondità.

Nello yoga la mente è paragonata a un lago: se le acque sono tranquille (cioè se non ci sono troppi pensieri) la luna (l’inconscio, le emozioni) si può specchiare sull’acqua ed essere perfettamente visibile.

Per questo, come dice appunto Yogananda, la mente deve essere mantenuta in uno stato di ragionevolezza.

Un’altra caratteristica dei Gemelli è la dualità ben rappresentata dal loro mito, i Dioscuri.

Castore e Polluce sono i figli gemelli di Leda, ma solo Polluce è immortale perchè frutto dell’accoppiamento di Leda con Zeus trasformato in cigno.

Sono sempre uniti e quando Castore muore in battaglia Polluce chiede a Zeus di ucciderlo per poter raggiungere il fratello. 

Zeus concede a Polluce di donare metà della sua immortalità al fratello e da questo momento i fratelli vivranno sei mesi nell’Olimpo e sei mesi nell’Ade.

Ecco quindi la dualità, ma anche l’archetipo della scissione.

I Gemelli hanno bisogno degli altri, di essere visti perchè sentono fortemente la separazione.

Così come l’aria si raffredda mentre sale e si scalda mentre scende, così i Gemelli alternano momenti focosi a momenti tiepidi.

Come il loro mito sono due opposti complementari: abbiamo il Gemelli creativo e quello intellettuale, il Gemelli che vive soltanto nel presente e quello che si proietta sempre nel futuro.

Qualche consiglio utile per i nati sotto questo segno.

Il bisogno di comunicare e di connettersi con gli altri è forte nei Gemelli; é quindi importante per loro ed essenziale riuscire a trovare il mezzo giusto di comunicazione ed espressione.

Una difficoltà che i Gemelli incontrano spesso è il non riuscire a completare i progetti. 

Può essere quindi utile:

  • non farsi condizionare dalle scadenze, non è mai troppo tardi;
  • eliminare il devo, il senso del dovere può rendere troppo pesante il compito, voglio è molto meglio;
  • riflettere sui motivi reali e profondi della scarsa costanza
  • pensare che non è un delitto cercare aiuto
  • trovare il “perchè”, la propia missione nella vita.

I Gemelli dovrebbero riuscire a non concettualizzare troppo, specialmente i sentimenti e le persone e aprirsi all’amore.

Mente calma e cuore aperto, il loro mantra.

Puoi leggere ancora dei Gemelli e sapere qual’è la pietra ideale per i nati sotto questo segno, in questo articolo di Monili+.

Fonti

Il segno zodiacale come guida spirituale – Swami Kryananda

Astrologia e mito – Roberto Sicuteri

Astrocoaching – Gioia Gottini