Bilancia: io equilibro

bilancia

Il sole entra nel segno della Bilancia il 23 settembre e vi rimane fino al 22 ottobre.

E’ il primo segno che troviamo nello zodiaco sopra l’orizzonte, domicilio di Venere ed esaltazione di Saturno, elemento aria, é l’unica costellazione che non ha le sembianze di un essere animato.

Nella Bilancia è forte ed essenziale l’esigenza di essere riconosciuta, equilibrata, equa e giusta. 

E’ naturalmente attratta da tutto ciò che è bello e armonioso, proporzionato, simmetrico, cerca il suo completamento nella relazione.

La Bilancia si sente profondamente incompleta, non cerca la fusione con l’altro ma due io che si completano e mettono in comune quello che hanno.

E’ considerato uno dei segni più instabili dello zodiaco, teme l’incertezza, tentenna ed è molto, molto indecisa seppur compiacente.

Uno dei miti legati a questo segno è quello di Amore e Psiche amanti cui è negata la possibilità di vedersi; Eros irritato da Psiche che cerca in tutti i modi di vederlo l’abbandona. Psiche lo cerca disperatamente e lo ritrova solo quando scende negli inferi per cercare l’otre dei profumi magici di Persefone.

Non è attraverso la razionalizzazione della realtà che Psiche riconquista l’amore di Eros ma con l’abbandono alle sensazioni.

L’altro diventa la possibilità di conoscere le parti inconsce e profonde, appaga il bisogno di ritrovare e conoscere l’ombra.

Il valore è molto importante per i nati sotto questo segno che tendono fortemente all’etica e al senso di giustizia. 

La Bilancia è un segno di mediazione, vuole sempre trovare un accordo e un equilibrio e fatica ad affrontare le scelte.

Un altro mito di questo segno è quello di Paride e proprio della scelta che comporta una rinuncia.

Zeus invita Paride a consegnare la mela d’oro alla dea che ritiene più bella tra Afrodite, Era e Atena. 

Il ragazzo si trova di fronte tre dee bellissime che gli offrono tutte qualcosa. In un primo momento cerca di rifiutare il compito ma alla fine sceglie Afrodite, che gli ha promesso la donna più bella del mondo, influenzato dalla sua giovane età. Paride e tutta la sua famiglia pagheranno un caro prezzo per questa scelta che condurrà alla guerra di Troia.

Non c’è possibilità di non scegliere e quando preferiamo qualcosa non tenendo conto dei nostri valori attraiamo ciò che non ci appartiene.

La Bilancia dovrà cercare di risolvere le sue indecisioni e la necessità di analizzare ogni angolazione eliminando le incertezze e optando per il risultato che sta più a cuore, magari ripensando e rivivendo situazioni nel passato simili.

Dovrà anche imparare a dire di no, litigare non piace ed è giusto rispettare le idee altrui, ma non si possono accontentare tutti o perlomeno non lo si può fare a scapito personale.

La meditazione sulla linea dell’orizzonte o comunque su qualsiasi cosa che divida è un ottimo “esercizio” per i nati sotto questo segno.

Il mantra della Bilancia é: io equilibro

Il segno opposto è l’Ariete

La pietra l’Ametrino, puoi leggere qui l’articolo di Monili.

Fonti

Il segno zodiacale come guida spirituale – Swami Kryananda

Planetario – Alfredo Cattabiani

Astrologia e mito – Roberto Sicuteri

Astrocoaching – Gioia Gottini